Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

logo

Bullismo La cultura come antidoto

Combattere il bullismo con una nuova cultura che esalti i valori positivi del rispetto, della collaborazione, della diversità come ricchezza da custodire.

Si è parlato di questo e molto altro sabato 28 gennaio, alla Parrocchia “Gesù Redentore” di Porto San Giorgio nel corso di un incontro organizzato dall'Associazione “l'Albero della Sibilla Onlus” e intitolato “Giovani e Bullismo. Tra paura, etica, morale e cultura”. Insieme al Parrocco, ai ragazzi della parrocchia, a catechisti, genitori ed insegnanti si è fatto il punto su quella che è ormai un'emergenza sociale in costante aumento.

Locandina - Bullismo La cultura come antidotoE grazie agli interventi di Christina Pacella, autrice del libro “Il Sogno di Paolo” e già vittima di bullismo e di Cesarino Caioni, esperto di educazione alla legalità, moderati da Monica Centofante de l'Albero della Sibilla si è cercato di fare chiarezza su quello che rappresenta un vero e proprio dramma non solo per le vittime del fenomeno, ma anche per i bulli e per l'intera comunità.

Al centro dell'analisi la necessità di rompere il silenzio, di fare prevenzione, di favorire un clima positivo in grado di fermare sul nascere comportamenti di prevaricazione e violenza attraverso la promozione di azioni volte alla conoscenza reciproca, allo scambio di esperienze, al rispetto per l'altro e per se stessi così come per le regole e per la verità. Ma anche la necessità di un coordinamento educativo tra tutti i soggetti che collaborano al percorso di formazione dei giovani.

Grande l'attenzione dei ragazzi e di tutti i presenti, che hanno ascoltato non solo numeri e concetti, ma, attraverso la storia di Christina Pacella, anche l'esperienza di chi ha vissuto sulla propria pelle il dramma della violenza ed è riuscito a superarlo e a perdonare.

Solo l'inizio di un percorso che proseguirà, a Porto San Giorgio, con altre diverse iniziative.

Bullismo La cultura come antidoto

  • All
  • Incontri